Si è verificato un errore nel gadget

domenica 24 giugno 2012

Nessuno mi può giudicare

Non vi sto a dire il volo rocambolesco di pensieri che ho fatto per giungere ad una conclusione. Vi dirò solo qual'è, che facciamo prima. Colui/lei che sente il bisogno di criticare la vita e le scelte altrui, probabilmente è un infelice, spesso un contapalle; e probabilmente sarebbe meglio criticasse se stesso/ssa per capire meglio i propri di difetti. Accettare per accettarsi insomma. DOMANDA: Accettare sempre? Accettare tutto? Escludere un amico/a perchè ci delude o ci fa soffrire è forse non coerente con la mia tesi iniziale? Tema comlicato, soprattutto se come sottofondo ci sono i tempi supplementari di Italia- inghilterra :-)

12 commenti:

  1. Vuotare il sacco e chiedere spiegazioni a chi sente la necessità di criticarci. Cercare il chiarimento. Dopodichè, se sei dalla parte della ragione, iniziare ad ignorare la falsità di alcuni. Sai che ridere? Tanto che ti cambia? Grazie per avermi annoverata nell'introduzione, anche se - come sai - sono in cOrriera. Solo che la mia corriera va un pò più veloce di quella che fa Settimo-Torino ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. raaaaafffiiiii...ti ho beccata!!! l'amica più in corriera che c'è. Pensavo ti immedesimassi anche nel mohijto!

      Il fatto è che vuotare il sacco con certa gente mi fa paura...Credo che una volta o l'altra arriverà il momento di vuotare il sacco. Anche se le poche volte che l'ho fatto ho preso gran bella pizze in faccia. Sarà che l'onestà perde contro l'ignoranza?

      Elimina
  2. Siceramente non capisco bene se i miei commenti vengono pubblicati o meno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. erano finiti nello spam... sai visto che lavori per la Cia sei controllata, guardati le spalle! baci

      Elimina
  3. Se un'amicizia fa soffrire cade il principio portante dell'amicizia stessa, bisogna farsi compagnia per stare bene insieme, per alleggerirsi quest'esistenza che è già dura di per se. Altrimenti, ognuno a casa sua :) Benvenuta sulla blogosfera! :*

    RispondiElimina
  4. Ciao! Vengo dal blog di Adriana e son subito passata a conoscerti! Benvenuta nella blogosfera!
    Ciao
    Chiara

    RispondiElimina
  5. Nessuno ha il diritto di criticare o di giudicare.
    Vengo dal blog di Adriana, benvenuta nella rete!

    RispondiElimina
  6. Ciao a tutte ragazze, e benvenute a voi!
    Grazie per la magnifica accoglienza, mi fa davvero molto piacere conoscervi!
    Suggerimenti, consigli e temi di discussione sono i benvenuti.
    Un grande abbraccio virtuale!

    RispondiElimina
  7. Ognuno fa le proprie scelte pensando che siano le più giuste, gli altri, amici e non, non sono contemplati in questa sfera della nostra vita. Bisogna andare avanti, evolversi, non rimanere indietro, forse chi critica non vuole cambiare o forse lo fa così, perché non ha di meglio da fare…
    Comunque per esperienza “subita” la sincerità non vince né contro l’ignoranza né con l’opportunismo….è triste ma è così.
    Se si tratta di una amicizia a cui tieni anch’io come Raffi proverei a chiarire, la comunicazione al giorno d’oggi è sottovalutata!!
    Ciao Bea

    RispondiElimina
  8. In realtà non si tratta di un'amicizia in particolare, ma di un atteggiamento che noto in alcune persone, in generale, amici e meno amici. Detto ciò, se la sincerità non vince né contro ignoranza ne contro opportunismo (come credo anche io), perché provarci? Per sentirsi ancora più impotenti? O per passare per stronzi?
    il tema é caliente :-)

    RispondiElimina
  9. Assuming I understand (which is a big assumption), I believe that the key is understanding. If you judge before you understand, you may judge wrongly. If you first understand, then you may not need to judge at all.

    p.s. Clearly I can't sleep because I had a late coffee....

    RispondiElimina
  10. Elle, are you??? If yes, your are so great! And really wellcome in our italian mum's community. You understand really well the core of the discussion.
    Sometimes the really difficult thing is to understand the others, also if you speak with them, don't you think?
    My english is not good, but i prefere try and speak also with you:-).

    RispondiElimina