Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 24 dicembre 2012

Buon Natale

Eh si, ci siamo. È la notte di Natale. Quella dei buoni propositi e della magia. In qualunque modo, questa notte è un pò più speciale delle altre. Qualcuno è più affezionato a questo momento, altri meno, comunque non passa inosservato. E dopo tanti giorni di impegni, regali, pranzi e cene tutto si ferma un attimo. È Natale. E fuori le campane stanno suonando. Buon Natale.
Vorrei che Babbo Natale, o chi per esso, portasse un sacco pieno di .... Felicità. E voi?

sabato 22 dicembre 2012

Figli omosessuali

Stasera tra i tanti argomenti, è uscito quello dell'omosessaulità, vista dalla parte di un genitore. Uno ipotetico, non uno in particolare. Lo so, l'argomento è tanto scottante quanto attuale, e, nonostante le aperture degli ultimi tempi, un figlio omosessuale da ancora da pensare. Ma io mi chiedo: e perchè mai? Se un figlio è davvero altro da te, nonostante sia sangue del tuo sangue, ed è pertanto libero di decidere per se stesso , non dovrebbe essere anche libero di amare chi crede? Dello stesso sesso o di sesso opposto. Un genitore, non dovrebbe comunque essere felice quando un figlio è felice di esprimersi per quel che è? E soprattutto, se ama ed è amato, non dovrebbe essere la felicità suprema per chi gli ha donato la vita?

martedì 18 dicembre 2012

Babbo Natale

Babbo Natale accidenti a te;-) quest'anno non volevo che Babbo Natale portasse giochi alle bimbe, perchè, pensavo, ne hanno già a sufficienza. Poi ho riflettuto. Come si può togliere ai bimbi la magia di scartare i pacchetti sotto l'albero? Chi ha la fortuna di poter godere di questo momento, probabilmente non deve perderselo. Inoltre i giochi che hanno sono ormai "piccoli", bisognava fare un turnover per dar loro la possibilità di cimentarsi in giochi più adatti all'età che cresce. Allora, dato che sono un pò strategica ;-) , ho pensato: facciamo una bella selezione del piccolo parco giochi, teniamo quelli storici e ancora "giocabili" e regaliamo gli altri. Risultato: nuovo spazio in cameretta per l'arrivo di Babbo Natale e inventario di tutti i giochi che erano andati perduti nei meandri della casa. Per non parlare della borsata di giochi che faranno felici bambini un pò meno forunati e un'amica che aprirà un asilo famiglia e sicuramente gradirà!
Inoltre ho finalmente organizzato le due ceste separate: una per Alice, l'altra per Viola (sotto consiglio della pediatra) così si segnano i confini e FORSE le ragazze ne gioveranno, dato che è ufficialmente cominciata la lotta dei giochi. ;-)
Beh che dire, adesso sono a pezzi, ma, in fin dei conti, molto soddisfatta.
E voi, che giocattoli preferite? (per le non mamme valgono anche i sex toys, gli aperitivi, o scarpe, borse, o l'iphone, eccc...!!!!)
Ps. Se qualcuno di voi dovesse andare all'ikea batta un colpo, ho bisogno di una cosa! ;-)

mercoledì 12 dicembre 2012

Incastri

La strategia che va per la maggiore, per me intendo dire, in questo periodo di rush finale di chiusura anno, è quella degli incastri. Cerco di incastrare ogni singolo impegno nel tempo a disposizione che ho, sfruttando, ovviamente, anche la sera. Infatti anche i post subiscono un pò di questa frenesia, ovvero si diradano. Ma il tempo, e la testa, mi concedono questo.
Ogni giorno è pienissimo e non vedo l'ora che arrivi un pò di meritatissimo relax. Per ora riesco a gestire tutto a mente e non ho perso colpi, chissà se arriverò indenne alla fine, senza dimenticare nulla di importante; ma confido in me stessa, posso farcela! Stasera ho anche fatto un concertino domestico con Alice che dirigeva l'orchestra, ed è tra le cose più belle di oggi. Insieme ad una giornata di lavoro molto intensa, ma costruttiva.
E voi, come siete messe in questo ultimo periodo? Rinunciate a fare i regali natalizi causa crisi, vi sbattete per cercare soluzioni economiche ma efficaci, o ai regali proprio non sapete rinunciare?

domenica 9 dicembre 2012

Gita senza figli

Stasera gita senza figli in quei di Gavi, a casa di amici, con gli amici di sempre. Il viaggio sul Vito con conducente è iniziato con bottiglia di spumante e bicchieri di carta, come si faceva ai vecchi tempi, tra brindisi e discorsi scemi, di quelli che ti fan capire che il tempo in fondo passa per tutti. Poi una cenetta deliziosa all'insegna del buonumore accompagnata da un tema "gran classico": donne, uomini e sesso. Con toni altamente goliardici abbiamo toccato un pò i temi cult della nostra vita, fatta di lavoro, figli, rapporti di mente e di carne, parentame vario e fantasie. E qui ti accorgi del filo comune che ci lega un pò tutti, ognuno a modo suo: l'uomo che finge di essere spaccone o romantico,  accanto alla donna che sa difendersi come una leonessa. La vera comedie humaine. E vi assicuro che, se la vita l'affronti con ironia puoi divertirti davvero.
E la domanda della notte è: come si presenta alla sera la vostra dolce metà poco prima di dormire o nella notte? No, perchè stasera ne ho sentite delle belle!

sabato 8 dicembre 2012

Chiara

Ebbene si. Ho guardato X Factor. E ha vinto Chiara Galiazzo, la ragazza che, fin dai provini, tutti pensavano avrebbe vinto. La gara durante il programma non è stata troppo avvincente, sapevamo tutti che avrebbe vinto lei, Chiara. La ragazza che rispecchia molte di noi, per certi versi. Laureata in economia e neo stagista in una delle tante aziende milanesi. Con una voce così magica, un timbro così unico, pulito, chiaro appunto. Semplicemente fantastica. Non vedo l'ora di ascoltare un suo disco, perchè è una di quelle voci che mi emozionano.
Se non l'avete mai sentita, per favore, ascoltatevi questo remake, arrangiato da Morgan, cantato da lei: Somewhereovertherainbow e ditemi, che ve ne pare?

martedì 4 dicembre 2012

L'albero di Natale

Devo dire che quest'anno ho fatto per la prima volta, da quando non vivo più dai miei genitori, un signor albero di Natale. Prima non ne sentivo il bisogno, la magia. Ora con le bimbe tutto è diverso, a loro piace tantissimo fare e guardare l'albero. E andiamo a caccia di palline da aggiungere. Divertente, non l'avevo ancora vissuta inquesto modo!
Cmq, l'albero è ovviamente finto, con lucine multicolor con diversi ritmi di lampeggiamento e palline miste: dalle classiche, ai fiocchetti, alle fatine, a quelle di winnie the pooh;-)
E zia Silly e zia Pepè ci hanno aiutate ad addobbarlo.
Adesso che lo guardo mi piace. Un altro Natale, con tuttò ciò che significa, sta per arrivare.
E voi? Che tipo di albero avete fatto? - se lo avete fatto -

domenica 2 dicembre 2012

Richiamata all'ordine

Stasera sono stata richiamata all'ordine dalle mie amiche. In effetti in questi giorni sono stata un pò in disparte; ma eccomi qui, con una tipica riflessione da viaggio in macchina.
Quando mi sento impotente di fronte a qualcosa o a qualche situazione, quando vedo nero invece che grigio, quando una giornata mi sembra strana sapete a cosa penso? Di prendere un astronave e andare fin lassù in cima al Mondo e guardare giù verso di noi, la Terra. E da grandi che sembriamo, torniamo ad essere piccolissimi pezzi di un meccanismo ben più grande di noi. E penso alla grandiosità della Vita e alla sua inspiegabile bellezza. Questo mi auta a mettere un pò da parte il materialismo, a favore della spiritualità. Tutti concetti ancora molto indefiniti e confusi nella mia mente, ma ricorrono sempre più spesso.
Sono stata al mega planetario 3D a San Francisco e quel viaggio spaziale mi ha fatto sentire piccolissima nell'universo, nel Mondo. Una sensazione che mi porto dentro vivida ancora adesso. Io credo sia giunto momento di chiedersi tanti perchè, per salvare la bellezza del Mondo e della Vita. A voi capita di guardare in alto nel cielo e chiedervi qualche perchè?

martedì 27 novembre 2012

Crozza o ballarò?

Satirà o cruda realtà? Io dico satira, almeno la smetto di incazzarmi dopo na lunga giornata di lavoro e impegni, in cui cerc sempre e comunque di fare del mio meglio.
Così sul mio divano mi faccio due risate a sentire Crozza che è veramente un mito. A voi piace?
Lo so, qualcuno dirà, non c'è nulla da ridere. Ma intanto sono risate amare...e spunti per capire.
Ma cosa possiamo fare? La rivoluzione forse?
Io ho tanta voglia di cambiare le cose. Che dite, basta comportarsi bene? Io al quirinale per ora non ho tempo di andarci. E non credo nemmeno che una manifestazione in piazza possa cambiare le cose. Forse ci fa capire che siamo in tanti a voler cambiare, ma cmq non basta.
Eppure è risaputo, ognuno di noi ha l'obbligo di partecipare. Ma come? Che ne pensate voi?

" Rendete questo mondo un pò migliore di come l'avete trovato".
 Baden Powell, fondatore degli Scout.

venerdì 23 novembre 2012

Il gioco del grazie

Questa settimana la concludo così, col gioco del grazie. Grazie, in ordine sparso, non di importanza. A Ale che si accontenta della mia cucina e mi lascia libera. A Ana che ama le mie bimbe con tanta dedizione quando non posso esserci. Le nonne che mi aiutano sempre. Ai miei colleghi che mi capiscono quando sembro una pazza. Alle mie amiche che, so, ci saranno sempre per me. Alle mie bimbe che ogni giorno mi insegnano quanto è meravigliosamente folle la vita.
A chi va il vostro grazie quotidiano, o settimanale?

martedì 20 novembre 2012

Impara

"Impara a amare ciò che desideri
Ma anche ciò che gli assomiglia
Sii esigente e sii paziente
E' Natale ogni mattino che vivi
Scarta con cura il pacco dei giorni
Ringrazia, ricambia, sorridi."
tratto da "Di tutte le ricchezze" di S.Benni

Quanto é bello questa ultima strofa di poesia. In realtà è tutta bella, ma ho scelto di condividere l'ultima  perché racchiude in sé il segreto della felicità, della vita. A mio avviso ovviamente.
E' Natale ogni mattino che vivi è forse la frase che mi piace di più: ogni giorno è un dono speciale, dovrei scriverlo sul muro davanti al mio letto per ricordarmelo ogni mattina. Troppo spesso me ne dimentico. E non tutti godono di questo privilegio; se ci pensiamo di più, tutto ci apparirà ogni giorno bellissimo.
E a voi, quale frase piace di più?

venerdì 16 novembre 2012

Pediatra omeopatica

Ebbene si, stasera ho provato. Ho portato le bimbe ad una visita di conoscenza (non avevo motivi particolari) da una pediatra, che segue l'omeopatia. Mia cognata è bravissima ad aiutarmi, ma volevo seguire n percorso più scientifico. E dico scientifico perchè anche l'omeopatia è una scienza, almeno per me, perchè c'è qualcuno che la studia, la esplora, la prova e in effetti funziona. Le bimbe le curo così da un pò e devo dire che in pochi giorni, a volte ore, guariscono sempre. Ma non voglio essere integralista: se servirà un antibiotico  o la tachipirina, ovvio che glieli darò, la pediatra stessa me lo prescriverà. L'integralismo non serve, nè da un lato nè dall'altro. A chi vuole provare, tra l'altro lei è una pediatra come si deve (sa come si parla ad un bambino...e anche alla sua mamma;-) cosa non scontata) chiedetemi e vi darò i suoi riferimenti.
E voi, che idea vi siete fatte dell'omeopatia?

giovedì 15 novembre 2012

Cosa vuoi fare da grande?

Che bella questa domanda, a ripensarci adesso. Da piccola dicevo prima architetto (perchè volevo costruire una casa grande in cui avrei voluto andare a vivere con la mia amica Mara - e l'avevo anche disegnata). Poi sono passata all'avvocato, mi piaceva difendere le cause perse.
Ai tempi del liceo - o forse erano le medie - volevo "rifare le pubblicità della Ferrero" (testimone mia sorella) . Diciamo che mi sono avvicinata di più all'ultima ;-) Lavorare nella "mia" Agenzia di Comunicazione -RW Comunicazione (e mi faccio anche un pò di pubblicità, tiè) mi piace davvero tanto, sono fortunata.
Ma c'è una cosa che sopra ogni cosa mi piace fare, ed è cantare. Mi sento libera, mi esprimo, mi sfogo. È tanto che non lo faccio, dovrei ricominciare. Sarà che sto guardando xfactor...
E voi, cosa volete fare da grandi?

martedì 13 novembre 2012

Stefano Benni

Stefano Benni è uno scrittore che mi piace. Un pò complesso ma ricco. Fantasia ricercata. Mi piacciono i personaggi che racconta e le storie che ne escono. Sto leggendo 'di tutte le ricchezze' e già mi piace il titolo. Poi sto andando alla scoperta della storia  poetica e teatrale.
Quando leggo un libro mi piace cercare di capire 'cosa vuol dirmi questo romanzo che ho personalmente scelto'? Un pò come trovate la 'morale' delle fiabe. Un buon psicologo mi direbbe anche il perchè probabilmente! 
A voi perchè piace leggere? Mi consigliate il titolo di un libro recente che vi piace?

domenica 11 novembre 2012

Domenica mattina

Domenica mattina e mentre mangio pane e marmellata (e mi sento una gran figa!!) cerco online 2 ricette :una per la rolata di coniglio, l'altra per l'insalatina di farro. Come vedete la giornata parte all'insegna del menù, una cosa che mi stressa parecchio, ma che sto iniziando ad accettare. Siccome per la cucina ci va un po di tempo, perchè non occupare una domenica fredda e piovosa per impegnarsi in cucina? Ho scoperto 2 nuovi blog di cucina, tenuti da due mie conterranee , e ve li segnalo, credo possano piacere anche a voi! Commentate!
Cucina precaria e Cucina e cantina

Nb. E cmq non temete amiche mie, continuerò a seguire anche i vostri consigli di mamme di corsa, che mi avete sempre suggerito ottime ricette. anzi, prossimo post sarà dedicato a loro, le ricette che dall'inizio mi avete lasciato! 
Buona domenica

venerdì 9 novembre 2012

Reiterazione del reato

Mettiamo che un giorno vi siate accorti che qualcuno vi mentiva. Fingeva con voi. Ma, non sapendolo, voi gli avete creduto. Poi il castello di sabbia crolla e restano dubbi, pensieri, emozioni, parole opere e omissioni. Per mia colpa? Per mia grandissima colpa? Forse un pò sì. Un pò.
Poi va da sé la seconda chance. Ma come dice qualcuno, la seconda chance fallisce sempre. E voi ci siete ricaduti.
E qui la domanda, in questo post un pò Marzulliano, sorge spontanea: quando ripetiamo più volte lo stesso errore, la pena (per noi) aumenta perchè c'è la aggravante della "reiterazione di reato"? (per avergli creduto ancora). 

mercoledì 7 novembre 2012

Punizioni

Mamme o esperti in ascolto: da quale età le "punizioni" sono capite dai bambini? E per ounizioni io intendo: niente cartoni, niente cose buone, da soli 5 minuti per pensare a cosa si è fatto?
Stasera la mia piccola (1 anno e 2 mesi) mi ha sfidata a cena. Faceva pasticci nel piatto gettando la roba a terra, così ho allontanato il piatto. Dopo 2 minuti glielo ho proposto nuovamente e l'ha gettatto a terra con furia e poi mi guardava soddisfatta. Così l'ho messa 2 minuti nel lettino a "riflettere" sull'accaduto, perchè lei capisce, ne sono certa. Poi mi sono chiesta: ha senso? Capirà davvero che è un fatto che non voglio si ripeta? Mah...mistero della fede.
Ora tutti dormono e io mi rilasso sul divano, domani è un altro giorno e avrò la mia prima lezione di pilates!! Speriamo, sono così contratta di muscolo che ho bisogno di allungarmi un pò. E voi, fate qualcosa per tenervi in forma?

lunedì 5 novembre 2012

Novembre

E fu così, che in un batter di ciglia, ci ritrovammo nel freddo di un novembre nebbioso e uggioso. Anche se questo week end ho goduto degli ultimi giorni di sole al mare, con la mia family, e sembrava tutto tranne che novembre.
Ah quanto adoro il mare. La sua immensità, il suo ritmo, le sue parole. Solo a guardarlo mi sento in pace, mi sento piccola e forte, mi crogiolo nella sua danza, anche da lontano. Specialmente in questo periodo, in cui nè barche ne bagnanti lo affollano e puoi davvero godere di lui. 
Per questo non mi avete più sentita, ero sulle coste francesi, dove, già sapete, non ho la connessione.

E lì mi sono detta: anche questo 2012 volge al termine. Tutto muta, si evolve, cresce. Che bella la vita. Anche se sono un pò acciaccata, intestino dolente, non mi importa. Reagire, sempre reagire. È giá novembre! E a voi, piace la fine di un anno? O non guardate l'orologio?

lunedì 29 ottobre 2012

Amami

"Amami quando meno me lo merito, perché è proprio quello il momento in cui ne ho più bisogno"

Questa frase è stupenda. Non l'ho detta io, purtroppo. Ma Saviano, il "mio" supereroe moderno. Amiamo il nostro Paese, tutto, adesso. Questo è il momento per iniziare davvero a cambiare le cose, sennò rischiamo davvero di affogare sulla nave che sta affondando.
A sentirlo parlare ogni volta lo ringrazio. Perché è anche grazie a a persone come lui che le nostre coscienze possono risvegliarsi. Grazie!

venerdì 26 ottobre 2012

Sono o no una brava madre?

Oppure..."saprò essere una buona madre?" (versione per le incinte!) Questa credo sia una delle domande che ogni mamma del mondo, almeno una volta nella vita,  se la fa. Punto. Al che scattano tutta una serie di indagini personali e introspettive, mille domande più o meno stupide, che vorrebbero arrivare ad una lista di cose che si dovrebbero fare per essere mamme ok. Poi capisci che la lista non esiste e nessuno ha la verità in tasca.
Poi esci di casa e accade sempre qualcosa nell'interazione sociale che ti stimola a farlo ancora: guardi cosa fanno gli altri e vedi cosa fai tu. E fin qui, direi ci, sta, dicesi confronto
Ma c'è di più. I consigli, più o meno richiesti, il "dovresti fare",  "una mia amica mi ha detto", "mia madre sostiene" "mia sorella dice" il pediatra pensa che",  e...se mia nonna se avesse le ruote sarebbe una jeep.
Tutte queste informazioni spesso mi hanno messa in crisi, così ho deciso:  ascolto tutti e poi, alla fine, faccio cosa reputo più giusto. Assunzione di responsabilità. Dopodichè pane, amore e strategia.

Ma c'è una domanda che più mi resterà nella mente e che le persone sconosciute mi hanno rivolto più spesso: "allatti tu"? Dentro di me avrei voluto rispondere "scusa, ma a te, chette frega?" non vi sembra una domanda un pò intima per abusarne a livelli così sconsiderati? In realtà rispondevo "no, non ne avevo" senza alcun tipo di senso di colpa. Ci mancherebbe.
È capitato anche a voi? Mi dite la vostra "domanda del secolo" o "super consiglio" se avete avuto la fortuna di riceverne.

La notte, la Vita

Mi piace la notte, intriga e fa paura. La notte è il momento del resoconto. Dei pensieri che concludono, prima di abbassare le palpebre e dormire. Un giorno è passato,un altro domani sarà.
E così ogni giorno rinasciamo un'altra volta. Come il sole. In attesa di qualcosa che poi non ci sarà, perchè c'è già ogni giorno.
Con le amiche parlavo di quando le nostre figlie erano così piccole che dentro di noi pensavamo "ma si, tra poco crescono e tutto cambierà". Invece nulla cambia, tutto accade  e si trasforma ogni giorno. In poche parole, la bellezza della quotidianità, che , se lo vogliamo, sa essere ogni giorno diversa.
La Vita

lunedì 22 ottobre 2012

L'ignoranza dei furbi

Sarà perchè in fondo sono un pò ingenua, ma odio i furbetti. Quelli che hanno sempre un secondo fine, quelli che ti mentono mentendo prima a se stessi. Credo che la radice di ciò stia sempre nell'ignoranza, nel senso letterale del termine, manca qualche pezzo. vivere alla luce del sole è la cosa più tranquillizzante che ci sia. Con i propri errori, debolezze, per carità, ma senza mai ledere nessuno. , o quasi. Utopico direte. Forse sì, ma in realtà siamo in tanti a pensarlo.

venerdì 19 ottobre 2012

Ah la musica...

Certo che la buona musica è poprio un toccasana per lo spirito. Stasera io e Alice siamo state al concerto di Alan Bonner, un cantautore inglese che già mi piace molto. Uno di quegli artisti che mi riporta con la mente e il cuore alla mia giovinezza. E la fa affiorare facendo muovere le spalle al ritmo del tempo e del suono. Che mi fa pensare a come sia strabiliante la vita: in una sola parola, emozioni. E la musica riesce a far questo, creare emozioni. Almeno per me. E grazie al Dio che l'ha voluta, e l'ha inserita nel kit di sopravvivenza. Un consiglio, se vi capita, ascoltatelo.

giovedì 18 ottobre 2012

Paura dell'altro

Uno dei problemi del nostro mondo, a mio avviso, è la paura dell'altro. A volte condivisibile, altre volte deleteria. La paura che nutriamo negli altri, quelli lontani, quelli diversi da noi, quelli che non conosciamo, ci porta a volte a fare ragionamenti spropositati. Biechi e inconcludenti.
Perchè a volte arriviamo a giudicare situazioni e persone in modo così superficiale? Non credete che questo genere di atteggiamento possa solo creare vortici di energia negativa?
Sempre meglio indagare, conoscere, capire. È difficile, ma è ora di farlo. A partire da adesso, non credete?

lunedì 15 ottobre 2012

Pipì a letto

Questa è una domanda per le mamme in ascolto. Mettiamo che vostra figlia/o abbia imparato a togliere il pannolino, anche la notte. E che dopo un pò di tempo, causa cambiamenti vari (anche semplici per noi, ma non per loro) facciano la pipì a letto la notte. Tutti concordano di non ritornare al pannolino, perchè significherebbe una piccola grande regressione. Ma qualcuna di voi, non ha mai provato a vedere che succede a fare il contrario? Ovvero a rimetterglielo temporaneamente?
Lavare tutte ste lenzuola, col freddo che fa fuori e loro non asciugano mai, mi ha fatto venire questo dubbio. Vorrei solo sapere se qualcuno ha già provato a fare il San Tommaso della situazione;-)
Grazie!!!

sabato 13 ottobre 2012

Sarà la fretta?

Riflettevo, dopo gli ultimi avvenimenti di retromarcia selvaggia, sul fatto che siamo sempre troppo di fretta. Ma come mai il tempo non ci basta più? Ok essere attivi, fare cose, impegnarsi, ma non è che tutto questo andare sta generando un altissimo livello di stress e disattenzione pericolosissimi?
Dicono che ci si riposa da morti. Ok, in parte condivido. Però anche solo un rallentamento, un allentamento di tensione, non ci renderebbe tutti un pò meno ditratti, nervosetti, insofferenti. Dai suggeriamoci qualcosa di semplice da fare, tanto per cominciare.
Inizio io: svegliarsi un pò prima per godersi una tranquilla colazione a casa (non riesco mai)

giovedì 11 ottobre 2012

Occhio alla retro

Ragazze, oggi nuovo rischio di incidente pedonale. Una mamma assatanata facendo retro (senza guardare) , in pieno centro storico, ha rischiato di mettere sotto la nostra combricola di piccolini (3 bimbi a piedi e una sul passeggino). Alto rischio! Siccome ne so qualcosa (domani prima visita dall'osteopata) vi annuncio che è ora di stare molto attenti alla piccola giungla albese. La vita è tanto preziosa quanto effimera, quindi....occhio alla retro!

lunedì 8 ottobre 2012

Tornare sui propri passi

Oggi pensavo a quando si fanno scelte radicali. Tipo chiudere i rapporti, e il cuore, a determinate persone. Perchè ci hanno deluse, ferite, oppure infastidite gravemente. Poi passano gli anni, gli eventi e le cose per cui siamo state ferite e deluse non contano più granchè...Se capita l'occasione, è giusto rivedere le proprie posizioni, o è meglio lasciare che le decisioni prese restino definitive?

domenica 7 ottobre 2012

Alla fine no

No, non vi parlerò di Alfredo, nè di Laura. Impossibile. Ci vorrebbe un libro, per raccontare una avventura di emozioni bella quanto quella del mio Erasmus. E poi in fondo fa un pò parte di me, potreste anche annoiarvi e rischierei di deludervi con sole poche righe. E non posso permetterlo.
Ritrovarli è un pò rivivere una storia, 8 anni dopo. Stranisssssimo. E accade una cosa stupenda: dopo 5 minuti sebra di averli avuti accanto per tutto questo tempo. Come se tutto fosse cambiato, ma nulla fosse cambiato. Fighissimo. Questo significa che sono parte di me, della mia piccola storia. Vite che si incrociano, per caso, e che poi rimangono dentro, in qualche modo. La stupefacente bellezza della vita, e delle relazioni umane.

giovedì 4 ottobre 2012

Postumi

Pensavo che mi sarebbe passato presto, in realtà i postumi della botta si fanno sentire forte e chiaro. Tipo irradiazione di malessere dal collo alle caviglie, poi su fino ai polsi, ...na palla insomma. Mi consola il fatto che non c'è nulla di rotto e che, al mattino dopo una bella sormita mi sento meglio. Non riesco a stare a riposo, domani arriva il mitico Alfredo e sabato Laura con consorte. Quindi sarò in forma, sicuramente non potrà che giovare al mio stato la loro presenza. Anche se fisicamente dovrò sbattermi un pò, nello spirito sarò una bomba. Promesso.

mercoledì 3 ottobre 2012

Sono viva

Ma potevo essere morta:-) Oggi stavo andando a recuperare le piccole all'asilo, scendo dalla macchina, mi metto sul marciapiede, apro il passeggino e, mi inginocchio per mettere nel portaoggetti la giacca, quando sento un mega colpo nella shiena. Mi giro di scatto e vedo un furgoncino avvicinarsi sempre più: urlo battendo le mani sul suo cofano, e lui, finalmente si ferma. Ok sono viva, ho pensato. Poi tremavo guardando il ragazzo scusarsi spaventatissimo: non mi aveva vista. Niente di grave, un grande spavento e male a schiena e braccio, così mi son fatta 3 orette al pronto soccorso: unico aspetto positivo: un radiologo di turno giovane e carino!! Ahahaahah
Domani visita dall'ortopedico e vediamo che dice.
Ci penso spesso a quanto la vita sia questione di uno schiocco di dita. Stavolta mi è andata bene, e anche a voi;-), che sono ancora qui!!
Notte

lunedì 1 ottobre 2012

Coincidenze

Oggi una mail inaspettata mi ha fatto capire che le coincidenze esistono, e ci vogliono comunicare qualcosa... Il mittente è Laura di Palermo, come la chiamo io. Una ragazza eccezionale che ho conosciuto in Erasmus, nel 2004 (se non ricordo male - sono negata con le date). E cosa mi dice? Che questo week end sarà ad Alba per una gita fuori porta. Non ci potevo credere!!! Questo fine settimana, chi mi segue lo sa, arriverà anche Alfredo da Madrid, altro tassello fondamentale del mio viaggio spagnolo. Ovviamente loro si conoscono, abbiamo vissuto insieme tantissime cose, e non si vedono da quei tempi là. E anche Laura non la vedo da quei tempi là. E Alfredo non sa ancora che lei ci sarà, spro non mi legga proprio in questi giorni :-)
Insomma, amici apparentemente lontani, grandiosi, dal cuore più grande che ci sia...eccoli di nuovo vicino, dopo tutto il tempo che ci è passato in mezzo e le cose che sono cambiate. Posso dirlo? sono un po' emozionata. Un breve tuffo nel passato era proprio ciò che ci voleva.
Li conoscerete, ve li presenterò.

venerdì 28 settembre 2012

Sarà che è venerdì...

Sarà che è venerdì ma sono stanchissima! Ripenso ai venerdì da studente quando, a quest'ora eravamo tutte belle pronte per una serata scoppiettante...e invece adesso sto seriamente valutando di andare a letto! Che giornatona ragazzi. Torino per una gita di lavoro alla Social Media Week a seguire qualche seminario in tema new media, ritorno in Alba nel tardo pomeriggio, spesa, riabbracciare le mie bimbe, poi cena, riassetto, ed ora eccomi qui. Stanca fisicamente e mentalmente. Per fortuna la lettura delle fiaba prenanna stasera è toccata a papà ;-) 
E domani è sabato, la giornata che in assoluto mi piace di più.
Come è andata la vostra settimana?

martedì 25 settembre 2012

Non erano forse loro...

"Eravamo state tanto egoiste da credere che la vita dei nostri genitori fosse iniziata al momento della nostra nascita e che cessasse, come sospesa, ogni volta che uscivamo dalla loro orbita? Non erano forse anche loro, come noi, un vorticoso coagulo di ricordi, emozioni, desideri, speranze, rimpianti".
(le sorelle fatali)
Fantastico.
Bello da vedere in chiave genitori figli: quando ci siamo resi conto che i nostri genitori sono persone normali, con tutti i difetti e le emozioni a loro carico, ne siamo rimasti delusi? o abbiamo capito di essere cresciuti? Un buon mix di entrambi?
Visto in chiave relazioni "in generale" é la stessa cosa. Credo che conoscere gli altri, in generale, sia qualcosa di difficilissimo, forse impossibile. La nostra singola vita è un'esperienza talmente unica e complessa che, talvolta, non è così comprensibile nemmeno per noi stessi. Quindi, alla fine, siamo, agli occhi degli altri, un'interpretazione. Mi sono ingarbugliata?

domenica 23 settembre 2012

Autunno

C'ė aria di autunno, la sentite anche voi? Quel caldo freddo che non capisci mai come vestirti, che ne vedi in giro di tutte: dalla tipa in infradito alla signora col maglione. Dalle ragazze in canottiera a quelle con i collant. Caos, fantastico. E poi la classica frase al bar: eh, fa freschino eh? ;-). Lo trovo divertente.
L'autunno mi ricorda sempre che l'anno va sul finire e penso all'inevitabile bellezza di ciò. Il tempo passa, sì, e vada come deve andare. La vita, è una sola. Io, se penso a questo, mi sento più leggera. Voi?

giovedì 20 settembre 2012

Chi l'avrebbe mai detto

Chi l'avrebbe mai detto, mi ritrovo alle 9.30 di sera a preparare un bel ragù di salsiccia per domani. Quando sentivo di mamme che lo facevano pensavo fosse folle, invece eccomi qua. E voi sapete bene che odio cucinare:-) . E poi in sottofondo guardiamo xfactor, i provini. Da schiattare da ridere! Elio al top! E poi ho appena saputo che verrà a trovarmi Alfredo da Madrid, che adoro, e che non vedo dal giorno del mio matrimonio. Ma per ora non vi svelo nulla, sentirete parlare di lui!
E se qualcuno vuol venire a pranzo ho fatto ragù per un esercito:-)

lunedì 17 settembre 2012

La resa

Dopo 2 giorni di riflessione e distacco, mi è passata l'arrabbiatura (per un "pacco" tiratomi da una mia amica), mi arrendo. è passata, semplicemente.
La resa.......dei conti :-)
Grazie Anna (e ste) per la solita ospitalità, con annessi e connessi. Un gran classico, stavolta più tranquillo del solito causa alcoltest, meglio non rischiare! Per me è stata un bella occasione per rivedere amici che ormai vedo molto poco, e infatti ho parlato tutta la sera (a partire dal pomeriggio alle terme con le mie friends).
Grazie!

venerdì 14 settembre 2012

I preparativi

Questo venerdì è un po' speciale per me. Domani sera festa con gli amici di sempre e pomeriggio con amiche! Fantastico, non vedo l'ora. Le bimbe, vi chiederete? una con una nonna e l'altra con l'altra nonna. Sono per l'equità io. 50 e 50 !! Più che altro, per una nonna, due bimbe inferiori ai 3 anni insieme è un po' improponibile. E' stancante per me, figuriamoci per loro.
Domattina a casa Cuni ci saranno i preparativi, girerò come una furia per la casa, recuperando in giro tutto il necessaire di sopravvivenza delle mie piccole. Pigiama, cambi di vestiti, Titti e Lilli (i peluches delle rispettive), spazzolino, ciuccio per Viola, pappa, giochi preferiti di Alice...per rendere i loro soggiorni più tranquilli possibile.
Si, una mamma che si prepara ad una giornata per se stessa deve comunque dedicarne una buona parte ai preparativi, cercando di non tralasciare nessun dettaglio. E poi, via, estetista fu.

mercoledì 12 settembre 2012

Non c'è bisogno

...Rose provò un insolito desiderio di abbracciarla, per dirle che non c'era bisogno di darsi sempre tanto da fare per cercare di essere perfetta. (le sorelle fatali) 

No, in effetti non c'è bisogno di darsi sempre tanto da fare per essere perfetti.
E con questo passo e chiudo.

Stitichezza

La stitichezza è un problema che riguarda molte donne, a quanto sento. Io ne sono, fortunatamente, esclusa, quindi non ho mai dovuto combatterla. Invece entrambe le mie piccole ne soffrono già; pediatri e qualche specialista parlano di sovraccarico di zuccheri (che Alice ha per via della sua estrema gosità) e di scarsa quantità d'acqua bevuta. Quindi mi sono messa al lavoro per ovviare a queste mancanze. In generale, però, avete "suggerimenti della nonna" da consigliare? E sopratutto cibi da evitare?

domenica 9 settembre 2012

Auguri Franza!

Questa sera dedico il mio post alla nostra cara amica Franza. Una delle colonne portanti delle mie amicizie al femminile! Non scrive mai sta zarra, almeno spero mi legga, ogni tanto...
Che dire, la sua chioma biondo leonina dice un molto di lei, come anche la sua auto. Frizzante, energetica, un pò polemica ma troppo forte. A tratti irresistibile. Insieme ne abbiamo vissute delle belle, e anche delle meno belle. Ma comunque abbiamo resistito agli attacchi, e oggi, siamo ancora amiche. Quindi, squillino le trombe, buon compleanno Franza!

giovedì 6 settembre 2012

Hard times

Questi sono stati davvero giorni duri, faticosi. Le bimbe hanno ripreso l'asilo. Alice ha cambiato la sua maestra (la stessa da quando aveva 8 mesi) e, anche se non sembra, ne soffre, parla sempre di lei. Viola è un pò nervosetta e quindi i primi "giorni" ( in effetti sono solo prime ore di inserimento) sono sempre stata accanto a lei, e le nuove maestre. Poi lavoro, spesa, pranzi, cene. E stasera scopro che la lavatrice stava letteralmente ammuffendo: l'ho scoperto a furia di lavare lenzuola che alice, credo per reazione, continua a bagnare di pipì. (non lo faceva da molto tempo). Forse è ora di cambiare la mia collaboratrice domestica, mi serve più efficienza e aiuto. Cosa credete, ho già pronta una bella soluzione, sono o no una mamma strategica? Detto ciò mi ritiro nelle mie stanze a rilassarmi con un pò di sana lettura (sorelle fatali) sperando che tutto vada per il meglio. E voi? Come è andata la vostra settimana?

mercoledì 5 settembre 2012

Il metodo del phon


Questo post è dedicato alla mia amica Irene. Che mi ha insegnato un trucchetto per calmare un neonato che non ne vuol sapere di smettere di strillare: usare il phon. Pare che il rumore che fa assomiglia molto a quello che erano abituati a sentire nella pancia, generando un immediato effetto calamante. Quando glielo ho visto fare la prima volta ho riso di brutto: poi ho visto con i miei occhi (e le mie orecchie) che funzionava, quindi le ho fatto i miei complimenti.
Peccato averlo saputo tardi, le mie bimbe erano ormai troppo grandi per essere ingannate così :-)
Quindi desperate mums, custodite questo trucchetto per momenti difficili con i vostri bebè.

ps. la foto è una VERA pubblicità della philips: non ci potevo credere! era un pò che volevo scrivere questo post, ma dopo aver visto che ci hanno pure fatto la pubblicità non ho resistito. Fantastiche coincidenze. Ire potevi farti un sacco di soldi con la Philips, ma qualche mamma creativa ti ha preceduta!

martedì 4 settembre 2012

Semplicità


Semplicità significa non dimenticare mai il bambino che è in noi. E riuscire a godere davvero di piccole cose e grandi emozioni.
Per dimenticarsi di come a volte sappiamo complicarci la vita basta guardare in faccia un bambino felice, e sapere che anche noi, anche solo per un attimo, siamo stati così, semplici. E in fondo, lo siamo ancora.
Questo post è dedicato ad adriana Presa nella rete che mi ha premiata con con la "coppa semplicità".
Grazie Adri!


domenica 2 settembre 2012

Un anno fa circa

Un anno fa circa, ero uscita indenne dal San Lazzaro, con un nuovo piccolo fagotto in mano. Nuovo giro, nuova corsa. Adesso che Viola ha un anno mi sento che il tempo è davvero volato e che forse qualche piccola emozione me la sono persa. Credo che con i secondi sia così, la tua attenzione e il tuo amore, va diviso a metà, in parti uguali. Quindi mentre il primo figlio può godere del 100%, il secondo gode del 50%, è un dato di fatto. Forse per questo sanno difendersi molto bene;-)
È stato un anno intenso, pieno di sorprese, gioie e difficoltà. Tanta fatica, e tanta strategi-; ma soprattutto tanti amici, nonni e zii che mi hanno dato una mano, senza di loro a quest'ora sarei al San Lazzaro, ma in psichiatria, non in maternità.
Detto ciò il pensiero di questo inizio settembre piovoso e freddino, è che da soli è difficile vivere.

giovedì 30 agosto 2012

Latitanza

Questi son stati giorni di latitanza, tanti pensieri e poca concretezza. Tante cose da fare e tempo variabile. Tante amiche del post vacanza e anche l'ufficio. Insomma, latitanza prolungata, ci sta. Però, che bello chiaccherare con le mie amiche in un clima di relax (bambini permettendo....)
Oggi penso a quanto è bello il valore della sincerità. Il potersi esprimere davvero per quel che si è, senza macchia e senza paura (come l'uomo tigre). Odio il non essere creduti, soffro il non essere capiti, adoro l'ascoltarsi a cuore aperto. Ascoltare senza trarre conclusioni, e capire davvero.
Perchè a volte essere sinceri, con gli altri intendo dire, diventa difficile?

domenica 26 agosto 2012

Sliding doors

Avete visto questo film? Se no, merita guardarlo, è geniale, a mio avviso. Induce a pensare a come nella vita siamo sempre di fronte a delle scelte, importanti e stupide, e queste delineano il percorso della nostra vita. Lo so che con i se e i ma non si fa la storia, ma credo che tutti almeno una volta nella vita lo abbiamo fatto, di pensare a "Cosa sarebbe accaduto se..." avessi fatto un'altra scelta? Siamo padroni del nostro destino o ci cade addosso e non possiamo farci nulla?
Un saggio di Monforte mi ha parlato della sua teoria delle 3 C : nella vita ci vuole cuore, coraggio e culo. E devo dire che mi è piaciuta molto.

venerdì 24 agosto 2012

Felicità

Questa sera sono stanchina ma positiva. Le bimbe dormono, ale a cena con un amico e io mi godo la pace della mia casetta, in cucina con Adele che canta e l'ipad libero;-) e quindi pensavo "si sono felice". Ma siccome non mi basta mai, ripercorro con la mente le mille cose che ho già fatto e quelle che ancora dovrò fare, e mi chiedo, cosa serve per essere felici? e poi, cosa significa essere felici? Siccome l'argomento è infinito, volevo chiederlo a voi. Oggi, c'è stato qualcosa che vi ha rese un pò felici?

mercoledì 22 agosto 2012

Figli tuoi, figli di altri

Oggi ho rivisto dopo circa due anni una bella famigliola ligure, passata per Alba anni fa, circa 15. Allora avevano un figlio, oggi ne hanno 4, 3 loro e una in affido. E vi sto parlando di una famigliola semplice e unita, senza troppe risorse economiche ma di gran cuore. Che bello vedere che tutto si può, anche aiutare una bambina in difficoltà che chiede solo amore e rassicurazione. Beh vi dirò che il quadretto funziona bene, i fratelli si sentono tali, e i genitori sono per tutti e 4, ugualmente.
Pare non essere una scelta facile, in generale, sentendo molte altre esperienze, ma oggi ho capito che si può fare, se lo si vuole e se ci si crede. E se tutti i componenti vengono messi sullo stesso livello.  I figli possono essere stati concepiti da chissachi, ma tutti possono essere genitori, se sanno che serve solo tanto tanto tanto tanto amore gratuito.

martedì 21 agosto 2012

Cosa mi spetta?

Tra ieri sera e adesso ho finito il libro di cui vi ho parlato ieri - "quello che mi spetta" - in un vortice di emozioni, tensione e voglia di capire l'epilogo. Che ovviamente non svelerò nel caso in cui qualcuna di voi voglia leggerlo. Cito solo la postfazione, di Shahla Lahiji (prima donna editore in Iran),  - perché non posso fare a meno di condividerla - che finisce così, con una domanda:

"Cosa mi spetta? Cosa ho ottenuto dopo anni di sacrifici, dopo aver donato tutto, dopo la devozione per allevare i figli? Dobbiamo considerare la maternità come una spina nel fianco e dimenticare tutti i nostri bisogni emotivi? Siamo destinate a dare e a non ricevere nulla in cambio? O a morire sul nostro Golgota portandoci dietro la croce di madre che ama? Qual è la tua risposta?"

Dare per non voler ricevere nulla in cambio. Dare per amore, purché questo sia vero, sentito, voluto, rispettato. Amore incondizionato e compassione, innanzitutto per noi stessi. 
Questa la mia risposta secca, dopo un racconto così struggente e appassionato. 

nb. Il romanzo pone le sue basi nella storia politico-sociale dell'Iran negli ultimi 50 anni, quindi immaginiamo figure femminile lontane dalle nostre...ma nemmeno troppo. In fondo le domande che chiudono il libro interessano un po' tutte noi, donne di ogni luogo.

lunedì 20 agosto 2012

Tremate tremate...

Tremate tremate, le streghette son tornate! Ritorno alla base, devo dire che sono contenta. Sarò in contro tendenza ma il mio ritorno a casa mi ha rilasciato un senso di pace e tranquillità. Alla fine sono un'animale domestico,  mi piacciono le radici, il focolare, le abitudini, gli amici. Mi sento a casa, nel vero senso del termine. Bilancio vacanze? Positivo, sicuramente, ad Eze, oasi di eccellenza per il relax e la meditazione. Solo che con 2 figli vi assicuro che è stato impegnativo (non le chiamerei propriamente vacanze:-)) . Forse per la loro giovine età. E forse perché non ero più abituata ad occuparmi di loro 24 su 24. Dico occuparmi perché il tempo a disposizione per giocare con loro era veramente scarso, unitamente a tutti gli impegni di madre da rispettare: nutrirle, cambiarle, lavarle, far camminare Viola (che cammina solo se le dai le mani), rispondere alle mille richieste di Alice, fare il bagno con lei anche se non ne hai nessuna voglia,  dire i no necessari a crescere (con conseguenti sceneggiate napoletane), dare spiegazioni, chiedete a Eleonore (che era con me a eze) quante volte ho frullato verdure....
In ogni caso mi sono goduta anche un po' della loro immensa dolcezza, simpatia e bisogno di amore.
Quindi, come ben voi sapete, sono stata strategica sempre, facendo in modo che tutto filasse più o meno liscio, con il sorriso sempre pronto. Per questo dico: bilancio positivo. Ma dopo 3 settimane va bene così, felice di tornare ai miei impegni, tornare in ufficio,  incontrare la mia amata babysitter al mattino, girovagare in questi pomeriggi afosi con Violetta, visto che Alice è felicemente accudita dai nonni. E, anche, rivedere e sentire le mia amiche e amici: impagabile senso di famiglia.
Adesso scatta il momento lettura con un buon calice di vino. Il nuovo romanzo me l'ha passato mia sorella: "Quello che mi spetta" - Parinoush Saniee, crudele e avvilente, reale. Non l'ho finito ma già ve lo consiglio. E leggendolo penso a quanto sono fortunata io. E, in fondo, Alice mi manca già :-)
E voi? Come avete trascorso le ultime settimane? Rispondete, ho tanto bisogno di sentire che ci siete!

Vostra, mammastrategica

venerdì 10 agosto 2012

Chiuso per ferie

Vacanze in fattoria terminate. Direi bene, ce la siamo cavata, anche senza baby sitter. Non ho avuto molto tempo libero per scrivere, e la sera l'ipad finiva irrimediabilmente nelle mani di Ale, che, non so con che razza di gioco, costruiva cittá e faceva guerre. Va beh, così mi sono data alla lettura. Ora siamo in viaggio alla volta della Francia. La casa è la stessa, cambiano gli attori, ma conto di rilassarmi un pò, approfittando di zii e amici vari. Come l'altra volta, dalla France niente connection, quindi chiudo ufficialmente il blog per ferie, fino al 20! Buon ferragosto a  tutti, ovunque siate, a presto. Cuni

lunedì 6 agosto 2012

Ristrutturo e ci guadagno

Avete presente quei programmi sky tipo "ristrutturo e ci guadagno", "la mia nuova casa in campagna"? Beh, sono capitata li, in un piccolo casale immerso nel bosco accanto ad un ruscello, sistemato a mo di agriturismo da una coppia di signori molto ospitali. Si tratta di tante piccole depandances separate ma vicine, di fine 800. Con non so più quanti ( ma tanti) ettari di bosco attorno. Con loro ( che vivono qui nella casa centrale) vivono 2 cani, tre gatti, oche, galline. E poi asini, una famiglia di 7 cinghiali, un cervo arrivato da nonsisadove (mica siamo in montagna) e tanti animali del bosco, che vivono liberi. Stasera sentivo dei fruscii e nel bosco e mi cagavo sotto;-) anche se i proprietari ne parlano come se fossero figli loro! Anyway, un posto bello, ma molto semplice e rustico, con piscina e giochi per i bimbi: questo era lo scopo, rilassarci insieme a loro.
Beh, l'inizio è stato un pò turbolento:febbre tutte e due le bimbe. Alice credo per caldo e viaggio, Viola per l'uscita di un dente. E vai di dentinale e tachipirina! Potete immaginare il mio scazzo: cene e pranzi a casa;-) però oggi tutti in gita alla torre di pisa! Domani chissà...
Buona notte

Una splendida vacanza- parte 3

E infine arrivarono gli uomini, a cambiare le carte in tavola, ma nemmeno troppo.
Arrivarono sabato sera, e quasi faticavano ad inserirsi in una tavolata piena di racconti, risate ed euforia! Eravamo tante e felici tant'è che ci dissero: beh, alla fine non è che vi sbattete tanto, vi troviamo belle in forma!! Fu così che calò il silenzio, i nostri sguardi si incrociaronoe la risposta unanime fu " beh certo, sono le 23.30, vedrete domani il caos che ci sarà! Ma in effetti il caos non ci fu, i mariti pervenuti cercavano di mimetizzarsi tra gli alberi o davanti alla tv, tanto per riposarsi. In fondo avevano capito che la comunità che avevamo messo su girava molto bene anche senza di loro.
Un grazie sentito al nostro amicone Ricagno, UNICO volontario per fare la spesa! E anche a zio fede, grande cultore della griglia! Insomma una splendida vacanza al femminile diventata mista, da ricordare a lungo e assolutamente da ripetere!
Amiche, ci rivediamo in vendemmia, o forse dopo... Rimanete collegate, tra stasera e domani parte il racconto della fattoria, con tanto di inizio epico!

venerdì 3 agosto 2012

Una splendida vacanza - parte 2

Siccome tutte un po' ci manchiamo, ho capito che siamo state veramente bene. Per questo mi sento di  proseguire ancora con una seconda parte di racconto, per tenere vivo ancora un po' lo spirito vacanziero che è stato. La compagnia è necessaria per sopravvivere.
Riassumo in breve la formazione:

  • in cucina: sempre Roby, unica vera cuoca del gruppo (dio sia lodato), prima dell'arrivo di Manu. Le sue ricette hanno avuto talmente successo che l'ho iscritta a Masterchef a sua insaputa. Elena, va detto, è stata di grande supporto per la preparazione delle verdure nel breve periodo di permanenza. 
  • addetta a spreparare e riassettare dopo cena, una preparatissima e sveltissima Raffi, che per mezz'ora assumeva le sembianze di Super Vichy (ve la ricordate?) e non potevi fermarla, al massimo aiutarla. 
  • volete una pesca? Avevamo in gruppo anche una zia Silly, fan delle pesche del Roero, la quale tentava di rifilarcele ad ogni ora perché sennò andavano a male: notare - alla fine le abbiamo finite TUTTE
  • tuttofare. Io, ire, anna: trottolino amoroso dudu dadada, un pò di qua e un po' di la, tra nanne, poppate, bagnetti, lavatrici, e preparazione di passati di verdura davvero sbobbosi, davamo un contributo quando ci era possibile, in concomitanza con la clemenza dei nostri bambinetti
  • addetta vino: roby fornisce il frigo con le bolle, e Raffi le stappa e lo versa...e nessuna rifiuta mai un brindisi di inizio buona cena 
  • tate international: per fortuna c'erano due tate bravissime ad aiutarci :-) 

chi ha qualcosa da dichiarare lo faccia ora o taccia per sempre

La squadra funzionava perfettamente. La macchina non si è mai rotta. Tant'è che le zie (soprattutto una), riuscivano pure a farsi colossali dormite (al sole o addirittura nella busta), piuttosto che camminate sulle rocce della scogliera.
Insomma...Almodovar a noi ci fa una pippa!!! (passatemi l'inglesismo).

Ad un certo punto qualcuno potrebbe anche chiedersi: "e gli uomini"? La risposta nella prossima e ultima parte.

mercoledì 1 agosto 2012

Una splendida vacanza - parte 1

Sono stanchissima stasera. Credo sia colpa del viaggio di ritorno. 2/3 ore di riassetto della casa di mare, 2/3 ore di macchina, messa in ordine delle valige, lavatrice, spesa, cena, e messa a nanna delle piccole nuovamente nella piccola e caldissima Alba. Volevo fare dietrofront.  Capite? Sicuramente mi capiranno le compagne di viaggio di questa mitica vacanza francese!
L'unico pensiero che mi tiene ancora in vita in questa serata afosissima, è il ricordo di una settimana intensa e intrisa di emozioni, racconti e risate accompagnate da tanto cibo e tanti brindisi tra donne (e bambini). Avrò preso un kilo come minimo ma ci sta.
Mamme, bambini, zie, tate tutti in una grande casa di mare con tanto verde intorno, molto vicino al paradiso direi:-) Si è respirata un'aria buonissima, non solo per lo iodio, un'aria di pace, collaborazione e condivisione, che piace tanto a me. Fossimo state tutte single avremmo fatto una strage sulla costa, ma eravamo desperate mums e ci siamo coccolate per bene i nostri bimbi, che tendono a ribellarsi alle regole, e farsi forza col gruppo.

E, devo dire, ci siamo coccolate per bene anche noi, con un sacco di racconti sul finire della sera, intorno al tavolo, con la luna che si specchiava nel mare. Non sono romantica, ma sono sentimentale; la natura ci ha fatto bene, ci ha rese leggere, probabilmente perché lo siamo. In fondo, chi siamo noi in confronto alla luna? La nostra voglia di condividere emozioni, ricordi, storie, credo sia stato in qualche modo anche terapeutico (della serie - la vita di ogni donna è comunque complicata, ma anche divertente se sai riderci un po' su).

Un grande applauso alle zie R. e S. per aver sopportato il casino che sono in grado di fare 5 madri con figli a seguito, e per aver riso insieme a noi di discorsi molto, troppo mammeschi (parto, gravidanza e ritorno a casa col fagotto).
Troppo stanca per procedere. Il racconto lo divido in 3, questa era solo la prima.
Buona notte a voi

lunedì 23 luglio 2012

Costume nuovo

Oggi ho iniziato a sentire aria di mare. Mancano 2 giorni alla partenza, ancora tutto da fare ma....oggi mi sono comprata un costume nuovo per il mare!! In corner, ma ce l'ho fatta. Alle 19.00, da Golden Point. Comunque alla fine i costumi sono 2, c'erano i saldi e ne ho approfittato. Bei costumi, prezzi ok, reggiseni della mia taglia:-) Peccato la commessa svogliata. Ho dovuto spulciare da sola, tipo IKEA. Cmq sono felice, più che per il costume, per cambiare aria una settimana, al mare con bimbe e amiche (mamme e non). Purtroppo dalla Francia non potrò scrivere (costa troppo!!) e mi spiace un sacco. Ma vado in ferie, e le amiche le ho dal vivo. Farò un grande sunto al nostro ritorno in patria. Stay tuned

venerdì 20 luglio 2012

La discriminazione delle mamme

Stasera cenetta fantastica tra amiche, mamme e non (più non, che mamme).
Tra i vari temi spulciati, non tutti riferibili, uno mi è parso interessante, e molto sentito, soprattutto da M. e F.. Perché alcune donne, quando diventano maaaaadri dimenticano di essere anche donne? E si ostinano a parlare solo di figli e svezzamenti, dimenticandosi di tutti gli argomenti che esistono? Facendo sentire le proprie amiche senza figli delle aliene, ponendo solo e sempre un'unica domanda "e tu? cosa aspetti a fare un figlio"? Che sfacciataggine, pensavo che set cose le dicessero solo più zie e nonne.
Personalmente non ci sto.  Per me vedermi sola con le mie amiche rappresenta l'ora d'aria, il momento in cui posso dare sfogo anche ai miei pensieri più bassi, e anche i più profondi. E anche i più "femminili". Dimenticarsi per 2 ore di essere madre, e lasciarsi andare alla leggerezza dell'essere femmina la trovo un emozione forte, ancestrale e rilassante. I figli rappresentano la gioia dell'esistenza, ma ce ne sono anche altre.
Sul finir di serata incombiamo poi, su una cabrio giallo vintage, in un parcheggio riservato a "giovani madri o donne incinte": i nuovi parcheggi rosa. Lascio a voi immaginare l'indignazione delle protagoniste di questo post: e che cazzo..."se non sono madre né incinta, non posso avere bisogno lo stesso di un parcheggio per non fare troppa fatica?"Risposta:no.  Allora, da donna senza ovulo al lavoro, parcheggerò in divieto d'accesso davanti alle porte del supermercato, così se passa il vigile potrò dire "si si, il figlio lo faccio stasera, forse domani, vale?"
E' gradito un bel dibattito saporito. Sperando che le mie amiche non madri si degnino di dire la loro pubblicamente.

martedì 17 luglio 2012

Bimbi e pappe

Mamme in ascolto, oggi uno tra i più autorevoli e bravi (e introvabile) pediatri di Alba, il dott. Bianco, mi ha parlato di cibo-bambini. Non preoccupatevi se mangia poco, i bimbi sanno autoregolarsi in datto di cibo. L'importante è che bevano (acqua ovviamente);-) per il resto, il loro corpo sa! Già ne avevamo parlato amiche mamme, ma non è mai troppo continuare a dircelo, per non sclerare noi (pranzetti amorevolmente preparati da gettare quasi in toto) e non far impazzire loro. Ovviamente mi riferisco a Viola, chi mi conosce sa bene che Alice non ha di questi problemi!!!

domenica 15 luglio 2012

Sugo da pasta

In questa domenica di recupero, ebbene si piccolo week end con bimbe dai nonni e noi ad un matrimonio fuori porta (molto country style, divertente!!) sono a chiedervi un consiglio culinario. Suggerimenti per un sugo da pasta, non troppo eleborato! E voi? Passato un buon week end?

venerdì 13 luglio 2012

Intoppi

Per essere mamma, donna, professionista a lavoro, moglie, amica e rispettare tutti gli impegni che ne derivano ci vuole strategia. E questo, devo dire, è un mio punto forte. Questa settimana ho incastrato tra loro mille impegni e ne sono uscita vincente, anche se a pezzi. Non fosse per un intoppo malefico... Tra le varie cose sono stata ieri all'ikea torino con mia sorella per comprare il nuovo letto ad Alice. Più mobilia varia. Tutti i tempi calcolati alla perfezione, bambine coi nonni, montaggio di sera e oggi, ultimo montaggio del lettino nuovo. Mentre Ale trasportava il lettino vecchio dai miei, io a casa facevo l'arachiri con le istruzioni del nuovo. A letto montato, cosa manca??? LE DOGHE!!!!! AZZZZ Così il letto ė inutilizzabile. E Viola per stanotte dorme nel box giochi (non box doccia!!!) Non vi dico le imprecazioni contro mr ikea. Vabbe domani torno all'ikea, e poi finalmente potrò rilassarmi e godere di nuovi spazi in casa. Si spera. Mai capitato di fare acquisti a metá?

mercoledì 11 luglio 2012

Piccolo spazio pubblicità

Oggi piscina con Irene e la piccola Giulia, di soli 2 mesi, a San Cassiano (quella comunale, all'aperto); ovviamente presenti anche Alice, Viola e mia madre. Una piscina fantastica, per mamme, bambini e amiche di mamma, anche se, probabilmente, le donne senza figli al pomeriggio lavorano in ufficio. Noi invece lavoriamo "a casa", però almeno ci concediamo un posto adatto anche ai piccoli, sennò si annoiano e noi scleriamo! Si perché la piscina è fantastica:
- acqua fresca (non fredda)
- bagnasciuga tipo spiaggia per bimbi piccoli
- scivolo per bimbi un po' più grandi
- sedie idromassaggio nella piscina (per Alice "le bolle")
- percorso a semicerchio con corrente che ti trasporta
- cascate varie
- prato tutt'intorno con sedie e ombrelloni
- baretto con ogni schifezzuola per merenda e gelati

ma non dimenticatevelo, con i figli non prendi il sole sul lettino bella scialata: è un lavoro. Molto bello, ma un lavoro! Pensate solo il dopo: la doccia, le borse, la macchina, la cena...Però è stato davvero un bel fine pomeriggio (siamo entrate alle 17)
ps. Elena Curde, non ti arrabbiare, ma se vengo fino a Cavallermaggiore quando arrivo è già chiusa la piscina!!! Però, a chi è vicino a Cavallermaggiore, consiglio caldamente Le Cupole Lido (anche se la conoscerete già tutti). Piccolo spazio pubblicità :-)

domenica 8 luglio 2012

Estetica femminile

Domanda. Ma voi siete favorevoli alla chirurgia plastica, nel senso di ritocchi, tette nuove, naso più sinuoso, ecc? Stasera mi sono comprata 2 reggiseni senza push up, e faccio veramente ridere, nel senso che le mie piccole amiche mi guardano e ridono...Che palle! Però cavoli, la chirurgia non è nelle mie corde, chiedetelo anche solo alla mia amica dentista Franza, che per farmi un'otturazione ha dovuto iniettarmi una piccola anestesia e a momenti chiama il 118 talmente ero agitata: vedevo doppio, ve lo giuro. Io le lascerò ridere. E quando arriveranno le rughe?

Saghe familiari

Si, in effetti la mia famiglia, in senso allargato di parentame vario, si nutre di personaggi strani, e di personaggi iper "nella norma". Da questa commistione nascono sempre dibattiti interessanti e tanti spunti di riflessione. Come questa sera, in una felice grigliata in campagna con alcuni di loro.
A tarda ore, e con qualche bicchiere in corpo (l'ultimo è stato un piccolo sorso di brodo di giuggiole (sí è un digestivo che esiste davvero!!) - mi ritrovo a pensare al dolore. Che ne sanno gli altri, sebbene pensino di conoscerci, del dolore che abbiamo provato, o che proviamo? Se non l'abbiamo mai esternato o raccontato forse rimarrà cosa nostra (nel senso letterale del termine). Merita forse di essere raccontato per sciogliere equivoci e trasformarsi in sentimenti più alti, come tenerezza e malinconia?


giovedì 5 luglio 2012

Nuove amiche

Bello, sono emozionata. Amiche nuove si sono collegate al blog e hanno lasciato un commento. Ma che figata pazzesca condividere. Poi tra donne, come ci si intende, come ci si capisce se lo si vuole davvero. È una bella sensazione. Grazie a voi che contribuite, continuiamo!!! Oggi ho conosciuto, grazie ad Adriana (http://presanellarete.blogspot.it) Antonella. Sul suo blog http://attimidiletizia.blogspot.it/ propone ogni giovedì una canzone che le piace e propone ad altri di farlo sui loro blog. E poi ci si confronta! Fantastico. Parteciperò anche io, ogni giovedì! Con SOUNDTRACK OF MY LIFE. Contente?? Suggerite anche voi:-)

mercoledì 4 luglio 2012

Crisi mentale? Aloha!

Ieri mi è capitato un corto circuito mentale. Tipo che mille pensieri mi si sono aggrovigliati, insieme alle solide faccende quotidiane. Troppe emozioni, troppe azioni, mille richieste e impegni da non disattendere. Insomma, alle 20 volevo andare a dormire e chiuderla lì. Ma ho deciso di attuare la strategia: immagina di vivere alle Hawaii e ragionare come i suoi abitanti: se oggi è andata male, domani andrà meglio. se oggi non sei riuscito a fare qualcosa, beh forse ci riuscirai domani. A volte funziona. A voi, capita mai il corto circuito mentale? Se qualcuna mi dice di si, mi sentirò subito meglio.

lunedì 2 luglio 2012

Vacanza in fattoria

Bom, deciso. Se tutto va bene ad agosto ce ne andiamo in fattoria. Toscana. Sarà un po' come tornare al campo scout, e non vedo l'ora. Agriturismo fattoria attrezzata per i piccoli ospiti e accoglienza canina al top. Cosa vuoi di più. Va beh, rinunciamo al mare, però vuoi mettere? Passeggiate in riva al fiume con l'asinello e scorrazzare dietro le galline? Alice impazzirà, già me la vedo! Ci manca solo la ruota di legno, e parte la sigla del Mulino Bianco (anche se li l'IPad non ce l'avevano, noi si )
E voi, e voi? quali vacanze strepitose avete in mente?

venerdì 29 giugno 2012

AAA babysitter offresi

Segnalazione di servizio: se qualcuno sta cercando una brava babysitter, ottima collaboratrice o altro, io la conosco. Libera da settembre. O magari anche prima.
Contattatemi se interessati!

giovedì 28 giugno 2012

Evviva l'italia

Stasera sono tesa, non tanto perchè l'italia sta vincendo contro la germania agli europei, ma per l'ora abbondante di clacson, petardi, urla, motori a 1000 che mi aspettano in caso di vittoria. E come se li avessi tutti in salotto...ehhhh l'incoveniente di vivere in piazza. E di non avere più vent'anni e niente da fare domani per scendere pure io!!! Ripensate mai alla vostra vita di studentesse in cerca di esperienze?

Elenco rimedi omoepatici

Visto che siamo in tema di omeopatia, di cui peraltro mi intendo poco, vi segnalo un link interessante, in cui compare una lunga lista di rimedi omeopatici utili a combattere alcuni dei disturbi/malattie più comuni in donne (e uomini) e bambini.
L'appassionata in materia è mia cognata, io seguo sempre i suoi consigli, ed è stata lei a consigliarmi di fare un po' di passaparola su queste cose, dal momento che i suoi figli sono sempre sani come pesci. Forse bisognerà anche crederci molto per farli funzionare, ed essere costanti, ma è parere di molte mamme il fatto che funzionino senza danni collaterali!!

Appoggiarsi comunque ad un esperto in materia ci aiuta a non esagerare con il fai-da-te :-)
eccovi la lista!

mercoledì 27 giugno 2012

Punture di zanzare: uso l'omeopatia

La zanza malefica è arrivata. Alice, 2 anni e mezzo viene letteralmente devastata di bubboni. Che fare?
Il rimedio omoepatico devo dire che funziona: 3 granuli al dí di LEDUM PALUSTRE (9 ch), costo 3 euro circa. Pare che, assumendoli, il corpo emani un odore che le zanze repellono, quindi si allontanano. ps. Ovviamente l'odore non si sente a naso nudo :-)
Altri suggerimenti sono i benvenuti!

Un nuovo gioco assurdo

Su consiglio dell mia amica Eli, vi do il link di un genio del male che ha realizzato un gioco tanto stupido quando geniale. In pratica tu pensi ad un personaggio (vero o inventato), poi lui ti pone delle domande e, indizio dopo indizio,  indovina a chi hai pensato.

martedì 26 giugno 2012

Lèggere leggero?

Non so a voi, ma a me piace molto leggere romanzi, quelli un po' travagliati, spessi, "magonosi", quelli in cui la storia ti fa soffrire, pensare, venire voglia di agire come se fossi tu dentro la storia.
Adesso per esempio, sto finendo "Gli ingredienti segreti dell'amore" di Nicolas Barreau: a mio avviso una storia insolita e leggera. Ogni tanto ci sta ma vorrei tornare a qualcosa di più "spesso", sempre romanzo, e ho letto una mini recensione di "Cinquanta sfumature di grigio", qualcuno di voi l'ha letto?

lunedì 25 giugno 2012

Giornate infinite

Ci sono certi giorni che sembrano durare tantissimo e non finire mai. E quando vorresti solo andare a dormire pensi alle tante cose ancora che vorresti fare.
Oggi, per esempio,  ho bocciato in retro contro un'altra auto. Uno stupido incidente che mi è costato un CID sotto il sole cocente delle 13, ora di pranzo. UFFF si parte male (in tutti i sensi)
Ho mantenuto una calma serafica che nemmeno pensavo di avere e sono tornata a casa a prendermi cura delle mie piccole. ora calma piatta e mi dedico un po' a me.
E voi, che fate nei giorni di stress estremo?
ps. oggi Viola, 10 mesi, non ha fatto la pipi. Mamme in ascolto, avete suggerimenti?

domenica 24 giugno 2012

Nessuno mi può giudicare

Non vi sto a dire il volo rocambolesco di pensieri che ho fatto per giungere ad una conclusione. Vi dirò solo qual'è, che facciamo prima. Colui/lei che sente il bisogno di criticare la vita e le scelte altrui, probabilmente è un infelice, spesso un contapalle; e probabilmente sarebbe meglio criticasse se stesso/ssa per capire meglio i propri di difetti. Accettare per accettarsi insomma. DOMANDA: Accettare sempre? Accettare tutto? Escludere un amico/a perchè ci delude o ci fa soffrire è forse non coerente con la mia tesi iniziale? Tema comlicato, soprattutto se come sottofondo ci sono i tempi supplementari di Italia- inghilterra :-)

giovedì 21 giugno 2012

Zara ad Alba?

Ciao ragazze, mi hanno detto che aprirà Zara ad Alba, al posto di Pace. Sarà vero o la solita bufala di provincia? Franza, batti un colpo se sai qualcosa:-) Ps. Per Marghe e Bea, x registrarsi credo bisogni iscriversi con la mail prima di inviare il commento. Se non funziona qualcuno suggerisca il metodo, sono alle prime armi pure io!!!!! (forse non dovrei dirlo) Cuni

mercoledì 20 giugno 2012

Perchè non mangi?

Basta. Fine della della sbobba monosapore. Viola si è intesita sempre di più di fronte alla sua pappetta di ragazza 10 mesi che continuavo a proporle ogni pranzo e ogni cena. Così, ho pensato che il suo nervosismo andasse investigato. Mi sono letta un pò di paginette sullo svezzamento, dal librone "il libro del bambino da 0 a 3 anni" rizzoli ed. (ottimo per consigli di ogni genere) e cosa capisco? Che in effetti mangiare la stessa sbobba, con lo circa lo stesso sapore per mesi(c'erano si verdure diverse, ma sempre sbobbate insieme), darebbe fastidio un pò a tutti. Abbiamo provato: separiamo le verdure in modo che ogni volta senta un gusto diverso, un po come per noi. Ha funzionato, ovviamente. Come ho fatto a non pensarci prima??

domenica 17 giugno 2012

Mangiare l'estate

Fa caldo. Ok, è estate, ci sta. Donne amanti di cucina, suggeritemi qualche buon piatto estivo, facile da preparare (e magari che piaccia anche ai bimbi). Chiedo troppo?

giovedì 14 giugno 2012

Prima figlie, poi mamme

Prima impariamo ad essere figlie, ci confrontiamo ogni giorno con le nostre madri e ne siamo legate da sentimenti forti, fortissimi, contrastati, belli, complicati.
Ma ce ne rendiamo conto davvero solo quando diventiamo adulte. E quando ad essere madri tocca a noi. Allora ci accorgiamo che i figli sono "altro da noi"e su di loro non possiamo avere aspettative.
Capiremo mai davvero noi stesse, o è un eterno divenire?

Quando le bimbe dormono

Stasera fantastico concerto benefico in piazza per i conterranei dell'Emilia. Ad Alice piace la musica, a me pure. E vederle dormire serene è altra buona buona musica!

mercoledì 13 giugno 2012

fecondazione avvenuta

La fecondazione è avvenuta. Il blog è nato. Pian piano crescerà.
Serviranno pane, amore e strategie