Si è verificato un errore nel gadget

domenica 2 dicembre 2012

Richiamata all'ordine

Stasera sono stata richiamata all'ordine dalle mie amiche. In effetti in questi giorni sono stata un pò in disparte; ma eccomi qui, con una tipica riflessione da viaggio in macchina.
Quando mi sento impotente di fronte a qualcosa o a qualche situazione, quando vedo nero invece che grigio, quando una giornata mi sembra strana sapete a cosa penso? Di prendere un astronave e andare fin lassù in cima al Mondo e guardare giù verso di noi, la Terra. E da grandi che sembriamo, torniamo ad essere piccolissimi pezzi di un meccanismo ben più grande di noi. E penso alla grandiosità della Vita e alla sua inspiegabile bellezza. Questo mi auta a mettere un pò da parte il materialismo, a favore della spiritualità. Tutti concetti ancora molto indefiniti e confusi nella mia mente, ma ricorrono sempre più spesso.
Sono stata al mega planetario 3D a San Francisco e quel viaggio spaziale mi ha fatto sentire piccolissima nell'universo, nel Mondo. Una sensazione che mi porto dentro vivida ancora adesso. Io credo sia giunto momento di chiedersi tanti perchè, per salvare la bellezza del Mondo e della Vita. A voi capita di guardare in alto nel cielo e chiedervi qualche perchè?

3 commenti:

  1. ah bel post!! :) io ho un perchè riccorente in questo periodo...."perchè i genitori hanno la presunzione di credere di avere sempre ragione, di doverti sempre insegnare qualcosa, e non pensare che magari a 30 anni puoi anche tu insegnargli qualcosa o avere un'opinione diversa dalla loro e magari avere ragione??!?!" e poi hanno quel grande potere di farti sentire in colpa anche se non è così....maledetta educazione!!Bea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me succede. Ora un pò meno. Cosa ho fatto? Ho smesso davvero di sentirmi in colpa. Della serie: mamma, tranquilla, ci penso io a me adesso. Con toni un pò più accesi di questi ;-)E ho anche aggiunto che mi sentivo ferita, perchè un genitore Deve, ad un certo punto, fidarsi di te e lasciarti andare. A lei è servito, a me anche, devo dire.
      Prendo anche tu l'astronave...!!!!

      Elimina
  2. Oh, sì, eccome se mi chiedo "perché". Però mi sforzo di rispondermi che il perché è adesso, il famoso qui e ora. Non sempre facile, ma quando ci riesco è bellissimo :-)
    P.S. torniamo a noi, certo che puoi fare tu canto mentre tua figlia è da Fil, devi solo metterti d'accordo con lui sull'orario in modo che vi faccia coincidere :-)

    RispondiElimina